Sei qui: Home Spazi e attrezzature
Spazi e attrezzature
  • Beni storici   ( 9 articoli )

    Il Parco è un territorio naturale molto giovane. Al suo interno è dunque abbastanza facile ritrovare i segni di un passato industriale molto forte nell'area Nord Milano, con le grandi acciaierie e fabbriche siderurgiche di Sesto San Giovanni.
    Ma affianco a questi segni di un passato recente, vi sono altri beni storici più antichi, tracce di quando, prima dell'industrializzazione della fine dell'800, le aree del Parco erano prevalentemente agricole e residenziali per i nobili milanesi.
    Di seguito sono riportate le schede informative dei più importanti beni storici presenti nel parco.

  • Giochi per bimbi   ( 10 articoli )

    Dalle aree gioco all'aula verde: ecco le schede informative delle aree e attrezzature per bambini presenti nel parco.

  • Attrezzature sportive   ( 12 articoli )

    Il Parco possiede numerose attrezzature sportive, per lo più ad uso libero e gratuito, al servizio dei quartieri e dei caseggiati contigui. Tra queste spiccano taluni impianti "speciali", unici nel genere, a livello metropolitano.
    E' possibile vedere le schede informative delle singole attrezzature sportive realizzate, dove si trovano, come raggiungerle.

  • Campi di bocce   ( 7 articoli )

    "Dal gioco nasce l'amicizia, e quando il gioco finisce resta l'amicizia"

    Il gioco delle bocce, abbinati a tavoli per il gioco delle carte, sono attrezzature ad uso libero molto frequentate dagli utenti, per lo più anziani, del Parco. Il nostro intento è quello di offrire occasioni di svago in più e di vita del Parco, per tutti i frequentatori, non quello di creare strutture sportive di tipo professionale

    Veri e propri luoghi dell'aggregazione sociale, i campi da bocce si animano in tutti i mesi dell'anno e, in primavera, grazie al Servizio di Vigilanza Ecologica Volontaria, ospitano l'ormai tradizionale Palio Boccistico Parco Nord Milano.

    E' vietato il tiro al volo, per ragioni di sicurezza.

    Non vi è un vero e proprio regolamento d'uso dei campi da bocce, tuttavia alcune norme sono prassi comune:

    • I giocatori devono prenotare il campo in base all'ordine di arrivo;
    • Al giocatore assente al momento dell'inizio della partita subentra il successivo in ordine di prenotazione;
    • Al termine di ogni partita i giocatori lasciano il campo per far subentrare i giocatori che si sono prenotati successivamente;
    • Quando vi sono giocatori in lista d'attesa, le partite devono svolgersi con un minimo di 6 giocatori.

    All'interno del campo da gioco possono rimanere solamente i giocatori: è possibile allontanare altri spettatori che si avvicinino troppo o addirittura entrino nel campo.
    La responsabilità di danni a terzi è a tutti gli effetti del giocatore che tira.

  • Orti urbani   ( 13 articoli )

    I primi 35 orti all'interno del Parco vennero attrezzati e regolamentati alla fine degli anni '80, secondo una strategia di rivitalizzazione delle fasce di parco più vicine alla città, a favore degli anziani, con una precisa filosofia progettuale e gestionale. Un apposito Regolamento degli Orti disciplina le modalità di richiesta, di assegnazione e di conduzione dell'orto.
    L'esperienza ormai decennale di gestione degli orti urbani ha portato alla pubblicazione di una monografia, nel corso del 2004, Orti: Racconti di Vita tra gli ortaggi , a cura di Dalla Francesca V. e D'Alessandro F., disponibile gratuitamente. Un'idea progettuale si è nel tempo trasformata in un vero e proprio servizio educativo poiché si crea una relazione altamente fidelizzata tra parco/utente, a partire da un processo di partecipazione degli anziani nella manutenzione di una piccola porzione di parco, a fine orticola. A lato puoi cliccare per vedere le schede informative dei singoli lotti di orti per anziani esistenti al Parco

  • Parcheggi   ( 11 articoli )

    Il Parco cerca innanzitutto trasformare a verde fruibile le aree di cui diventa proprietario, incentivando l'utilizzo della bicicletta e dei mezzi alternativi, anche in previsione dei futuri collegamenti tranviari e ferroviari già definiti da ATM, Metropolitana Milanese e Ferrovie Nord Milano). Tuttavia, in limitate situazioni, si è reso necessario costruire dei parcheggi al servizio principlamente dei residenti nella case limitrofe al Parco, cercando in questo caso modalità costruttive compatibili con il Parco. Solo alcuni dei parcheggi limitrofi al parco sono di proprietà consortile, dei quali puoi vedere le singole schede informative

  • Passerelle ciclopedonali   ( 6 articoli )

    Le passerelle ciclopedonali migliorano gli spostamenti all'interno del parco, superando le barriere imposte dalle strade (v. Clerici, v. Berbera, v. Fulvio Testi, v. Enrico Fermi) e unendo le varie aree del parco.

  • Altre attrezzature   ( 14 articoli )

    Il parco conta anche numerose aree particolararmente interessanti per apprezzarne al meglio la flora e la fauna: i laghetti, ad esempio, sono habitat di specie faunistiche comuni e conosciute in Lombardia, ma rare da trovare in una zona cittadina e densamente popolata come l'hinterland milanese.
    Insieme alle fontane e il percorso botanico, essi migliorano l'estetica del parco e quindi la sua fruibilità anche da parte di…anatre, rospi e rane, ad esempio!