Sei qui: Home Servizio Volontario di Vigilanza Ecologica News Estate 2017 - Ondata di calore

Estate 2017 - Ondata di calore

PDF Stampa

Logo gevL'inverno 2016/2017 si è classificato DSCN1654RID -come il secondo più caldo di sempre sul Pianeta a livello climatologico facendo registrare una temperatura media sulla superficie della terra e degli oceani, addirittura superiore di 0,89 gradi rispetto alla media del ventesimo secolo. È quanto emerge dalle elaborazioni Coldiretti sulla base dei dati della banca dati Noaa (National Climatic Data Centre) dal 1880.

L'estate 2017, probabilmente sarà una delle estati più calde degli ultimi decenni. Sono parecchie le località dove si sono raggiunti e superati i fatidici 40° centigradi.

P8270012Anche al Parco Nord di Milano l'ondata di calore, sta mettendo in seria difficoltà le piante e gli animali. L'assenza protratta di piogge piega e rinsecchisce le foglie delle caducifoglie (dei platani - Platanus hybrida, dei pioppi bianchi - Populus alba) e le fa cadere a terra in grande quantità, in un "anomalo" anticipo d'autunno.
Le piante, per auto-difesa dal caldo, cercano di ridurre l'evaporazione dei liquidi vitali, riducendo le parti esposte alla fotosintesi.
Gli animali, come ad esempio la moltitudine delle "infestanti" cornacchie (Corvus corone), evitano di esporsi al sole; e all'ombra delle piante, aprono vistosamente il becco e le ali per cercare una ventilazione migliore.
Per tutti la finalità è sopravvivere, assecondare l'unico vero obiettivo per tutte le creature viventi di questo maltrattato pianeta Terra: "creare e mantenere il più a lungo possibile, le condizioni affinché la vita sia preservata e la riproduzione sempre possibile".
E a noi esseri umani, attaccati indissolubilmente (in questi giorni "infernali", o meglio luciferini), ai nostri "meccanici" climatizzatori, non resta che sfruttare questa "ondata di calore", magari proprio per recarci al Parco (al mattino presto, e alla sera) per riflettere, per asciugarci, per rinsecchirci, per inaridirci; alla ricerca di una saggezza dell'anima, che è la componente essenziale della nostra esistenza.
Non essere solamente, tracce genetiche, quantità numeriche, che attraversano il Pianeta, fintanto che su di esso ci sarà vita, ma diventare empi di "memi" (l'equivalente culturale dei geni). Trasmettere bit di cultura di generazione in generazione, conducendo l'evoluzione a forme superiori. Ritornare a dare qualità, maestria e "saggezza", alla presenza umana su questo Pianeta, affinché si salvi dall'inaridimento, climatico e mentale, magari solo per durare un po' di più, bello così com'è.
Scoprendo, con stupore, che a fare ciò, chi è più vecchio, riesce molto meglio di chi è più giovane.

GEV Dario Sironi

DSCN1648RID -Aggiornamento: il giorno 4 agosto 2017, nel pomeriggio,la stazione meteorologica del Parco Nord Milano ha rilevato una temperatura di 38,3°C