Sei qui: Home Laboratorio Boschi Laboratorio Boschi 2008 Archivio Web documentazione boschi di Parco Nord

Archivio Web documentazione boschi di Parco Nord

PDF Stampa Scritto da VILLA GABRIELE    Sabato 01 Novembre 2008 12:06

AREA TEMATICA : Data Base Web per la  gestione dei dati storici dei boschi di Parco Nord e dei dati della ricerca

ARGOMENTO :Raccolta di tutta la documentazione di studio prodotta sui boschi e sui complessi vegetazionali del parco e sviluppo di un WebGis specifico per la gestione   dell'archivio di LABORATORIO BOSCHI

Il gruppo di Lavoro che ha sviluppato l'argomento in oggetto è costituito da:

Unità Gestione Parco Nord  - R.Gini, R.Zanata, F.Campana, R.Tucci, B.Selleri,

Demetra Soc. Coop. Soc. O.N.L.U.S. G. Villa, C. Rancati, S. Fiorillo, G. Cereda, G.Corti

In collaborazione  con Planquadrat Geoinformation Berlin: C. Dreiser

Dal 1983, anno del primo impianto forestale a Parco Nord, è stata prodotta una quantità innumerevole di documenti che tracciano il grande impegno profuso per la buona riuscita e la crescita del Parco.

Documenti che ora chiamiamo "storici" ci mostrano quali fossero le problematiche e le difficoltà nel realizzare il progetto Parco Nord, che a quei tempi non aveva pari, in assenza di bibliografia o consulenti in grado di impostare in modo corretto le scarse risorse disponibili.

Tutta la documentazione, nel corso degli anni, si è arricchita di contributi di conosciuti esperti del settore forestale e naturalistico che hanno contribuito a migliorare la conoscenza delle caratteristiche del luogo oltre che ad affrontare le problematiche innumerevoli che si presentavano in itinere.

Consultando questa documentazione possiamo cogliere il carattere estremamente dinamico di Parco Nord, che attraverso il riconoscimento dei normali errori di percorso ha saputo ricercare ed applicare quanto di meglio, l'esperienza di settore e i nuovi studi, offrivano al momento.

La realizzazione del progetto Laboratorio Boschi ha previsto pertanto la possibilità di rendere fruibile tutta la documentazione archiviata, a tutti coloro che per motivi di studio o solo per passione, fossero interessati a conoscere le radici di questa esperienza.

L'operazione è stata complessa, per la mole dei documenti, la loro eterogeneità e il formato prevalentemente cartaceo.

L'obiettivo era di organizzare un archivio, consultabile via web ma che consentisse la possibilità di attribuire ad ogni documento anche una localizzazione geografica, in considerazione del fatto che il più delle volte, il documento è riferito ad un luogo preciso del Parco.

La soluzione adottata è stata quella di creare un WebGis, ovvero un data base georeferenziato dove viene visualizzata la mappa del Parco Nord con la visualizzazione selettiva dei documenti presenti, all'interno del quale è possibile ricercare e consultare la documentazione, oltre che utilizzando i comuni strumenti di ricerca logica anche gli strumenti propri del Gis.

La ricerca dei documenti avviene anche attraverso una maschera di selezione preimpostata con criteri, da noi ritenuti facilitanti.

La piattaforma creata permette inoltre l'inserimento di nuovi documenti e la possibilità di contribuire al processo di classificazione, inserendo keywords ritenute idonee per le ricerche successive.  Nel documento una sintesi del lavoro effettuato   archivio_parco_nord.pdf 1.61 Mb

Prima fase: riordino di tutti i dati

La prima operazione è stata quella di ricercare tutti i documenti sia in formato cartaceo che in altri formati digitali presenti tra gli archivi di  Parco Nord Milano. tutti documenti sono stati classificati ed è stato attribuito un numero di ID, in modo da poterli poi anche ritrovare nei formati originali. I documenti disponibili solo su carta sono stati successivamente digitalizzati attraverso uno scanner e trasformati in pdf. Sotto un esempio delle caratteristiche dei vari documenti presenti nell'archivio

tabella.gif

Dopodiché , al termine di questa prima fase "conoscitiva" di tutta la documentazione, è stato creata  una banca dati di tutto il materiale censito ed è stata effettuata una prima classificazione  secondo  l'anno di pubblicazione, l'autore, il titolo e una breve descrizione del contenuto.

Sono stati così acquisiti e introdotti nel software di gestione WebGis, 3628 documenti di differenti formati  (.doc, .xls, .jpg, .pdf) e tutti questi documenti sono stati classificati attribuendoli ad una categoria e definendo per ognuno le parole chiave per la ricerca

Seconda fase: realizzazione di un software specifico

Il software realizzato permette due differenti tipologie di ricerca:

- Una ricerca di tipo testuale mediante l'utilizzo di keywords precedentemente definite e attraverso le quali sono stati classificati tutti i documenti.

archivio1.gif

- Una ricerca di tipo spaziale attraverso il GIS.

Ogni documento è stato georeferenziate; sono cioè state associate delle coordinate geografiche in funzione dell'area di interesse. Questa georeferenziazione avviene attraverso    l'attribuzione al documento, del lotto o della particella di appartenenza; il centroide di questi poligoni rappresenta il punto di georeferenziazione del documento. Inoltre, è possibile associare  le coordinate geografiche all'articolo in oggetto selezionando direttamente sulla mappa il punto specifico.

Sotto è mostrata la schermata iniziale del WebGis pronto per la ricerca.

schermo3.gif

Sono inoltre possibili le seguenti elaborazioni:

Visualizzazione di immagini aeree e/o satellitari;

Visualizzazione di file gis (shp, tab) direttamente sul WEB-GIS

Visualizzazione di tematismi e realizzazione degli stessi su layer temporanei

Ogni mappa tematica realizzata sul GIS potrà essere direttamente importata e visualizzata sulla piattaforma GIS integrata all'ARCHIVIO DOCUMENTI

La risultante di una query che avrà generato una serie di documenti relativi ad un particolare argomento, potrà essere visualizzata sul WEB GIS sottoforma di punti.  Cliccando sul punto si avrà accesso diretto al documento specifico.

schermo2.gif

Il software prevede inoltre un'area di editing attraverso la quale, chiunque ne abbia i privilegi, potrà modificare la classificazione di un documento esistente, inserirne  uno nuovo attraverso un upload, o inserire una nuova georeferenziazione.

 schermo1.gif

Ogni immagine raster o ogni elaborazione vettoriale potrà essere visualizzata anche in Google Earth attraverso la trasformazione nei formati kml e kmz.

L'immagine sotto mostra infatti il risultato di una elaborazione condotta con il software ARCHIVIO DOCUMENTI su alcune immagini storiche. Nello specifico la foto mostra l'analisi GIS condotta su alcune immagini aeree del 1965, acquisite presso il l'istituto Geografico Militare di Firenze, e come attraverso ulteriori elaborazioni è stato possibile ricostruire in 3D gli edifici presenti nel 1965.

storiche.gif

Il lungo lavoro di classificazione dei documenti nonché la messa a punto del software è ultimato. E' stata da poco avviata la fase di revisione e validazione degli stessi al termine della quale sarà possibile pubblicare tutti gli articoli censiti e permettere a chiunque di servirsi di questo sistema di ricerca e consultazione.

Alcune funzioni  WEB-GIS ARCHIVIO DOCUMENTI

All'apertura dell'archivio compare la maschera   delle opzioni di ricerca

Finestra di editing dei documenti

Visualizzazione in mappa della risultante dei documenti selezionati.

Cliccando su ogni punto si accederà direttamente al documento specifico

E' possibile salvare la query creando gruppo personalizzato

Visualizzazione in mappa della risultante dei documenti selezionati. Sotto:

schermo7.gif

Cliccando su ogni punto si accederà direttamente al documento specifico

doc.gif

E possibile da questo Link attivare direttamente le funzionalità di ARCHIVIO LABORATORIO BOSCHI, Buon Lavoro ! 

 

Ultimo aggiornamento ( Sabato 01 Novembre 2008 19:24 )